Perchè pregare oggi

Al giorno d’oggi, per molti, e purtroppo sempre di più, si va diffondendo il pensiero che la preghiera sia una sorta di perdita di tempo.
Questa tendenza fa si che anche chi si sente un buon cristiano dedichi a Nostro Signore qualche minuto al giorno talvolta solo un veloce pensiero.

Questo però può avere conseguenze: non basta la Messa domenicale. La coscienza si fa intorpidita: si comincia ad accettare compromessi con la propria coscienza.

Piano piano senza accorgersene si rischia di perdere quella fiamma che alimenta il fuoco della fede.

Infatti non può esistere l’amore del Signore senza questa.
Si rischia di perdere il contatto con Nostro Signore: la preghiera è l’unico modo per parlare con Lui.
Tramite la preghiera possiamo condividere con Dio la nostra stessa vita.
E’ uno strumento che ci è stato messo a disposizione contro contro le debolezze e gli affanni della vita.
Comunicando così con Lui possamo ottenere i mezzi necessari per la salvezza dell’anima, la virtù e anche l’aiuto nelle esigenze della vita.
Chi prega ottiene mentre chi non prega si perde.
Con la preghiera chiediamo sostegno e salvezza inoltre esprimiamo gratitudine a Dio per i Suoi doni.

Gesù insegna che la preghiera può tutto e l’unica condizione richiesta è la fede e il coinvolgimento del cuore. Può eliminare ogni dubbio, ogni inquietudine, ogni timore, ogni egoismo attraverso il fuoco dell’amore divino.

La preghiera è un potente strumento per combattere l’influenza del male, l’ingiustizia, e i tanti mali che affliggono l’umanità. E’ il mezzo per una nuova speranza di vita.

E allora, da buoni cristiani, occorre non cedere alla pigrizia spirituale, dall’egoismo, dall’orgoglio, dal peccato, dalle debolezze.
Con la preghiera possiamo implorare il Signore affinché accorra in nostro aiuto, sostenerci e trasformarci nell’uomo nuovo di cui parla il Vangelo.

(Visited 1 times, 32 visits today)

Tag:

9 Lug , 2020 - In Frontiere dello spirito - di Maurann



Potrebbe interessarti anche...