Matrimonio e coppie di fatto le parole di Papa Francesco

Papa Francesco interviene sulla questione di coloro che pur convivendo come marito e moglie non sono, per scelta o per bisogno, approdati al matrimonio e vivono uno stato di coppie di fatto.
Le sue sono parole di Speranza.

Il Vangelo impone alla Chiesa la carità verso i più bisognosi, ecco, le coppie di fatto moralmente sono come i poveri e i più piccoli.
I parroci, così come sono vicino nella vita quotidiana a questi debbono esserlo anche verso quelli. E’ il Vangelo a imporlo.

Abbiate verso di loro uno sguardo di tenerezza e di compassione. Questa cura degli ultimi, proprio perché emana dal Vangelo, è parte essenziale della vostra opera di promozione e difesa del Sacramento del matrimonio. La parrocchia è infatti il luogo per antonomasia della salus animarum“.
Insiste Papa Francesco rivolto a tutto il clero: “Anche queste persone sono amate dal cuore di Cristo. Abbiate verso di loro uno sguardo di tenerezza e di compassione. Questa cura degli ultimi, – raccomanda – proprio perché emana dal Vangelo, è parte essenziale della vostra opera di promozione e difesa del Sacramento del matrimonio. La parrocchia è infatti il luogo per antonomasia della salus animarum“.

I parroci sono i “primi interlocutori” sia di chi vuole formare una nuova famiglia e di chi pur già essendo famiglia vive momenti di crisi coniugale.
La prima premura deve essere “testimoniare la grazia del sacramento del matrimonio e il bene primordiale della famiglia”, aiutando le coppie “a vivere nelle luci e nelle ombre”.  Ma è anche dovere del parroco essere vicino in maniera non “burocratica” ma in spirito di amicizia e fratellanza a chi  resosi “conto del fatto che la loro unione non è un vero matrimonio sacramentale e vogliono uscire da questa situazione”.

 

(Visited 1 times, 2 visits today)

Tag:

26 Feb , 2017 - In Papa Francesco - di Maurann



Potrebbe interessarti anche...