Dogma di Maria Corredentrice: cosa ne pensa Papa Francesco?

In occasione di una recente udienza generale, dedicata al tema “Pregare in comunione con Maria” Papa Francesco ha posto un punto fermo sulla questione del dogma di Maria corredentrice.
Per Papa Francesco la delicata questione, da molti auspicata nella Chiesa è risolta in maniera definitiva.

Ma di cosa si tratta?
L’attributo alla Madonna di “Corredentrice è utilizzato nella Chiesa cattolica per esprimere un concetto teologico relativo al ruolo della Vergine e Madre di Dio nella redenzione voluta da Dio in favore dell’Umanità.
Concetto conosciuto da molto tempo tanto che fin dal medioevo Francescanoi e Domenicani già praticavano la venerazione per Maria Corredentrice e ne diffondevano il culto.
Tuttavia non è mensionato in quella che è considerata la summa dell’intera mariologia del Concilio Vaticano II e cioè la ‘Lumen gentium‘.
Nei tempi a noi più vicini, a seguito delle discusse apparizioni di Amsterdam alla veggente Ida Peerdeman, tra il 1945 e il 1959, si è chiesta la proclamazione di un quinto e ultimo dogma mariano: Maria Corredentrice e Mediatrice di ogni grazia.
Durante il papato di Giovanni Paolo II le commissioni teologiche respinsero l’istituzione di questo nuovo dogma.
Pur affermando Giovanni Paolo II, nell’udienza generale dell’8 settembre 1982: “Maria, pur concepita e nata senza macchia di peccato, ha partecipato in maniera mirabile alle sofferenze del suo divin Figlio, per essere Corredentrice dell’umanità”.

Tornando a Papa Francesco per la terza volta dall’inizio del pontificato Bergoglio si è pronunciato in merito: la prima il 12 dicembre 2019, nella messa a San Pietro per la Vergine di Guadalupe; la seconda, nell’omelia della messa a Santa Marta del 30 aprile 2020.
In ultimo, come dicevamo, in occasione di una recente udienza generale, dedicata al tema “Pregare in comunione con Maria”.
In Tutte queste occasioni Papa Francesco ha escluso definitivamente la possibilità di proclamare la natura «corredentrice» della Madonna.
Le Sue parole:
Maria è «la madre alla quale Gesù ha affidato tutti noi, ma come madre, non come dea, non come corredentrice: come madre», Gesù «è l’unico redentore, non ci sono corredentori con Cristo, lui è l’unico, è il mediatore per eccellenza».
In questo ribadendo quanto già detto: “La Madonna non ha voluto togliere a Gesù alcun titolo; ha ricevuto il dono di essere Madre di Lui e il dovere di accompagnare noi come Madre, di essere nostra Madre. Non ha chiesto per sé di essere quasi-redentrice o di essere co-redentrice: no. Il Redentore è uno solo e questo titolo non si raddoppia”.
“Quando vengono da noi con storie che si dovrebbe dichiararla questo, o fare quest’altro dogma oppure questo, non perdiamoci in sciocchezze”.

E quindi si tratta di una puntualizzazione molto netta, da parte del Pontefice, volta a mettere la parola ‘fine’ a un dibattito teologico-pastorale che dura da molto e che vede anche molti sostenitori: quello relativo al titolo di “Maria corredentrice”.

(Visited 1 times, 41 visits today)

Tag:

13 Apr , 2021 - In Papa Francesco - di Maurann



Potrebbe interessarti anche...