La lettera di Giovanni XIII ai genitori: spunti per la Famiglia

La lettera ai propri genitori di Papa Giovanni XIII è ancora attualissima nei suoi contenuti.

Scritta all’età di 50 anni è piena di ringraziamento per l’uomo che è e per come essi hanno promosso la sua crescita interiore.

L’attualità dei contenuti sta nel rilevare come allora, un’epoca lontanissima da oggi, certi rapporti tra genitori e figli rimangono sempre uguali.

Genitori e anziani oggi, come allora, sono importantissimi per la Società.

Come allora, ma ancor di più, il ruolo genitoriale si rivela complesso e difficile.
Tanto che spesso ai giovani non viene prestata la dovuta attenzione alle loro aspirazioni, ai loro desideri, ai loro sogni e vengono lasciati alle loro vicende. Ciò è dovuto soprattutto alla complessità della vita moderna che coinvolge e distrae i genitori.

E’ un rapporto, purtroppo, a volte fatto di indifferenza verso la loro quotidianità, i loro impegni, le loro relazioni con i coetanei, il loro spontaneo approccio con il mondo di internet ed in particolare con i social network.

Questa toccante lettera, di cui qui sotto il testo, riporta l’attenzione sul ruolo fondamentale della famiglia e dei genitori.

Un figlio forte è un uomo forte, un uomo che potrà cambiare il mondo o quantomeno renderlo migliore di quanto non lo sia già così come fu per Papa Giovanni XXIII.

Miei cari genitori,
non voglio finire questa giornata, che è la prima del mio cinquantesimo anno,
senza una parola speciale per voi, a cui debbo la vita.
Stamattina, alla preghiera, vi ho ricordato ringraziando Dio un’altra volta di avermi concesso di godere per 50 anni l’assistenza di genitori così buoni e così timorati come voi, e più ancora di avervi conservati sino ad ora in buona salute.
Quando sono uscito di casa verso i dieci anni di età, ho letto molti libri ed imparato molte cose che voi non potevate insegnarmi, ma quelle poche cose che ho appreso da voi in casa sono ancora le più preziose ed importanti e sorreggono e danno vita e calore alle molte altre che appresi in seguito in tanti e tanti anni di studio e di insegnamento.
Auguro di cuore che tutta la nostra famiglia rimanga sempre fedele agli insegnamenti e agli esempi dei vecchi. Se con questi non diventerà ricchissima di denaro, sarà sempre ricca di quei tesori spirituali che sono la gloria vera di una casa ed assicurano il finale ricongiungimento di tutti nella gioia del cielo.

Aff.mo Vostro figlio Angelo Giuseppe.

(Visited 1 times, 9 visits today)

Tag:

10 Mag , 2019 - In Frontiere dello spirito - di Maurann



Potrebbe interessarti anche...