Il significato della festività della Immacolata Concezione

La solennità della Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria costituisce la festa più importante dell’Avvento.

Perché Ella è l’immagine dell’umanità che ha finalmente raggiunto e conosciuto il Signore.

Tramite la Beata vergine Maria Dio ha voluto assumere natura umana per liberare l’uomo dal peccato.

Il nome di questa festività indica lo stato di Maria senza peccato originale.

Ella è salutata dall’Angelo Gabriele come “piena di grazia”, cioè destinataria del favore divino, come il significato del suo nome stesso cioè “amata da Dio”.

La Vergine Maria stessa fu concepita per diretta intercessione di Dio e quindi è ancor di più lontana dal “peccato originale” non solo nell’accogliere in sé Cristo suo figlio ma anche nel fatto stesso della sua nascita.

Il fatto è descritto nel Protovangelo di Giacomo e nel Vangelo dello Pseudo Matteo, un altro testo non canonico.

Gioacchino era un uomo molto pio ma non aveva figli e per questo, secondo le leggi, non poteva adempiere ai doveri religiosi come era sua vocazione.

Decise quindi di isolarsi nel deserto.

Per quaranta giorni e quaranta notti rimase in preghiera, rifiutandosi di bere e mangiare.

Era risoluto a non tornare finché Dio non gli avesse concesso la grazia della prole.

Nel frattempo la moglie Anna dopo lunghi giorni in cui pianse la lontananza del marito e la sua sterilità pregò il Signore perché la benedicesse così come era stata benedetta Sara.

Dio infatti le aveva fatto avere il figlio Isacco.

Allora un Angelo le apparve comunicandole che il Signore aveva ascoltato la sua preghiera e che avrebbe concepito e del frutto del suo parto si sarebbe parlato in tutto il mondo.

Anna fece allora il voto di offrire la sua creatura nascitura a Dio per servirlo per tutti i giorni della sua vita.

Dopo poco Gioacchino fece ritorno.

Un Angelo lo aveva raggiunto dicendogli che la moglie Anna avrebbe partorito per opera di Dio.

L’ Immacolata Concezione della Vergine Maria è’ una festa antichissima, originariamente intitolata Concezione di Sant’Anna, e festeggiata in Oriente fin dal VIII secolo d. C. nel giorno del 9 dicembre.

Si estese poi in Europa nel XI secolo nel giorno dell’ 8 dicembre ispirata dalla devozione popolare più che dai Testi Sacri canonici.

Pio IX, proclamò l’8 dicembre del 1854 il dogma con la bolla Ineffabilis Deus:

“…Dichiariamo, pronunciamo e definiamo che la dottrina, la quale ritiene che la beatissima vergine Maria nel primo
istante della sua concezione, per singolare grazia e privilegio di Dio onnipotente e in vista dei meriti di Gesù Cristo, salvatore del genere umano, è stata preservata immune da ogni macchia della colpa originale, è rivelata da Dio e perciò da credersi fermamente da tutti i fedeli”.
Consigliato per te:

Novene all'Immacolata Concezione e al Santo NataleNovene all’Immacolata Concezione e al Santo Natale

(Visited 29 times, 11 visits today)

Tag:

27 Nov , 2016 - In Festività - di Maurann



Potrebbe interessarti anche...