I santi medici Cosma e Damiano

Oggi 26 settembre ricordiamo i santi Cosma e Damiano fratelli e entrambi medici.

Il loro culto ha superato i secoli ed è ancora vivissimo sia nella Chiesa d occidente che in quella d’Oriente.

Vissero, all’epoca delle persecuzionicontro i cristiani di Diocleziano a Cirro nell’odierna Turchia.

Praticavano la medicina e prestavano le loro cure in pieno spirito cristiano senza chiedere alcun compenso in cambio.

Ma la loro opera non si fermava alla semplice cura delle malattie o degli infortuni ma andava oltre: essi curavano l’anima.

La tradizione vuole che riuscirono a convertire al cristiianesimo molti pagani.

I fratelli Cosma e Damiano erano infatti considerati dottori valentissimi e non si facevano desiderare dagli ammalati che curavano gratuitamente aprofittando solo di fare di un pò di apostolato.

Nel 300 però, scoppiate le persecuzioni di Diocleziano, vennero arrestati e sottoposti al giudizio di Lisia, governatore della Cilicia.

Vennero dapprima fustigati per il rifiuto di abiurare la fede in Cristo, poi gettati in mare. Ma il Signore volle soccorrerli e non affogarono.

Nonostante l’esultare della folla accorsa si procedette a porli al rogo, ma anche qui uscirono miracolosamente salvi dal supplizio.

Infine, nel 303 a Agea, venne loro tagliata la testa.

Ma la santità dei medici fratelli Cosma e Damiano non cessò con la loro morte.

Si narra che lo stesso imperatore Giustiniano fu guarito miracolosamente dopo essersi recato sulla tomba dei due martiri.

Fu intitolata ad essi una bellissima chiesa in Roma da papa Felice IV nel VI secolo. Lì, ove Gregorio Magno li depose,  i loro resti riposano tuttora.

(Visited 1 times, 1 visits today)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on TumblrShare on RedditEmail this to someone

Potrebbe interessarti...

Tag:

26 Set , 2017 - In Santi e Beati - di Maurann



Lascia un commento

Commenti