Preghiamo Giovanni Paolo II

Era ormai sera, il 16 ottobre del 1978, quando finalmente dopo due giorni di conclave, una fumata bianca annunciò l’elezione del nuovo papa: è il cardinale di
Cracovia, Karol Wojtyla. E’ il primo papa non italiano da quasi cinquecento anni. Si presentò al popolo raccolto sotto le finestre di piazza San Pietro con la celebre frase:
“Se mi sbaglio mi corrigerete”.
Si insedierà ufficialmente il 23 ottobre 1978 con il nome di Giovanni Paolo II.

Il suo papato sarà caratterizzato da una profonda opera riformatrice in ambito pastorale e anche diplomatico.
Fra i suoi atti di particolare rilevanza sono la redazione del nuovo “Catechismo della Chiesa Cattolica” del 1992 e l’aggiornamento delle norme del conclave (1996) nella
Costituzione Apostolica.

Sono al pari fondamentali il viaggio a Cuba e gli incontri con Gorbaciov e il rabbino Toaf a Roma che hanno sancito l’avvicinamento di mondi fino allora distanti.
Particolarmente caro gli fu il culto Mariano rafforzato dopo il grave attentato subito a piazza San Pietro nel 1981 e salvato, era sua convinzione, dall’intervento della
Vergine Maria, che avrebbe deviato con la sua mano il proiettile destinato altrimenti ad essere fatale.

Morì a 84 anni il due aprile 2005.

Papa Benedetto XVI lo proclamò beato nel 2011.

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on TumblrShare on RedditEmail this to someone

Potrebbe interessarti...

Tag:

12 Ott , 2016 - In Papi, Santi e Beati - di Maurann



Lascia un commento

Commenti