Maria Maddalena, la Santa tenace fedele al suo Maestro

Troviamo Maria Maddalena nel Vangelo di Luca laddove si narra dell’andare di Gesù per  villaggi e città annunciando la buona novella della venuta del Regno di Dio.

Con Lui, oltre agli Apostoli, vi era un seguito di donne. Esse erano state liberate da spiriti cattivi, da infermità e malattie. Una di loro era una certa maria detta Maddalena dal nome della città di nascita.

Di essa si racconta che era stata liberata da sette demoni (forse in ciò alludendo alla sua presunta precedente vita di peccatrice).

Ella è quindi una delle tante che Gesù, nel suo pellegrinare, ha sottratto alla disperazione e afflizione.

La ritroviamo, nel racconto del Vangelo, mentre lo segue e lo accompagna nel Calvario fedele al suo Maestro fino alla morte.

Sarà poi presente, come riportato nel vangelo di Giovanni, nella scoperta dell’assenza del corpo di Gesù e nel successivo episodio dell’incontro con il Maestro.

Maria Maddalena in quel frangente non lo riconoscerà subito.

Allora dopo che cristo la chiama per nome  «si voltò e gli disse in ebraico: “Rabbunì!”, che significa: “Maestro!”. Gesù le disse: “Non mi trattenere, perché non sono ancora salito al Padre; ma va’ dai miei fratelli e di’ loro: Io salgo al Padre mio e Padre vostro, Dio mio e Dio vostro”.

E Maria di Magdala andò ad annunziare ai discepoli: “Ho visto il Signore!” e anche ciò che le aveva detto» (Gv 20, 16-18).

Nel giorno del 22 luglio si festeggia la festa di santa Maria Maddalena istituita, dalla precedente memoria obbligatoria, da Papa Francescoa partire dal 2016.

Preghiera a Santa Maria Maddalena

Ascolta, pia Maddalena
speranza di salvezza,
sorgente di vita,
fiducia dei peccatori.

Ascolta,
dolce consigliera,
data come esempio del pentimento,
benigna verso i miseri.

Ascolta,
o beata, a Dio gradita:
a Te con una grazia speciale,
sono stati rimessi i peccati.

Ascolta,
tu che bagnasti i piedi di Cristo,
dal quale ricevesti
tanti segni di amore.

Ascolta,
tu che per prima sei stata degna di godere,
all’apparizione del tuo Redentore:
tu ti innalzi nella gloria.

Ascolta,
tu che sei stata liberata
per sette volte dal demonio:
sei nell’alto dei cieli.

Ascolta,
tu che ora ti innalzi
e partecipi alla gloria
di Cristo nell’assemblea celeste.

Fa che noi ci pentiamo
e che dopo la morte,
otteniamo le gioie della vera luce.

A lei sono stati rimessi i molti peccati,
poiché ha molto amato.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on TumblrShare on RedditEmail this to someone

Potrebbe interessarti...

Tag:

22 Lug , 2017 - In Frontiere dello spirito, Preghiere - di Maurann



Lascia un commento

Commenti