La miracolosa fonte della Madonna della Fontana

Presso le rive del Po, a Casalmaggiore, sorge il Santuario della Madonna della Fontana.
Abbiamo notizie certe risalenti all’879 che  accanto ad un pozzo o fonte utilizzato dai viaggiatori  vi fosse una cappelletta dedicata alla Madonna.
Vi si venerava un’immagine della Beata Vergine, detta dei Bagni  per cui la fonte aveva il nome di «Pozzo di Santa Maria».

La tradizione riporta di un povero nato cieco che riacquistò la vista bagnandosi con «l’acqua della Madonna» nel 1320.
Da questo evento fu ivi costruito  un primo santuario, poi ampliato e completato nel 1463.

Purtroppo quella zona fu nei secoli teatro di guerre, carestie e pestilenze.
Ma la fede verso la Madonna della Fontana mai crollò nella popolazione che vi si affidò sempre con maggiore devozione come ad una madre amorevole.
E la Madonna non deluse: molte iscrizioni, di varie epoche, attestano come la popolazione in più eventi storici ad essa ricorse ricevendo protezione e sollievo.

Parecchie volte, infatti, intervenne apertamente o silenziosamente in loro aiuto.
Fra essi si ricorda una tremenda siccità nell’inverno del 1778-1779:  la popolazione ricorsero si raccomandarono a Maria con un ciclo di devozioni di tre giorni dal quattro al sette maggio. Allo scadere dell’ultimo giorno piovve.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on TumblrShare on RedditEmail this to someone

Potrebbe interessarti...

Tag:

12 Feb , 2017 - In Frontiere dello spirito, Luoghi di culto - di Maurann



Lascia un commento

Commenti