Dalla Pentecoste due insegnamenti per la perfetta vita cristiana

Due grandi insegnamenti sono il dono che ci porta questa ricorrenza di Pentecoste.

Come ci insegnano i Vangeli lo Spirito Santo scese dapprima sui discepoli creando un “popolo nuovo” e un “cuore nuovo”.

Per noi questi sono due grandi guide per la vita del cristiano:

Essere cristiano significa aderire ad un solo popolo ove vi è “diversità nell’unità”.

Questo è il primo pricipio che ci viene oggi insegnato.

Si commette un grave errore quando si ricerca la diversità non nell’unità cioè quando ci si chiude in posizione che escludono, quando si diventa “tifosi” di questo o quel pensiero.

Al pari si sbaglia quando ci si omologa troppo su posizioni comuni senza distinguerci. Insomma la Chiesa è un maestra che vuole che nell’unità dei nostri precetti ci sentiamo liberi. Dice San paolo: «dove c’è lo Spirito del Signore, c’è libertà».

L’altro grande punto che ci viene svelato dallo Spirito Santo è un “cuore nuovo”, quello che abbiamo solo dopo aver accolto il dono del perdono.

Il perdono è insegnamento di vita, ci unisce tutti ed è l’unico modo per una serena comunione nella Madre Chiesa. E’ lo Spirito del perdono che permette di risolvere tutto nella concordia.

Dobbiamo quindi chiedere al Signore che ci conceda questi due grandi doni.

(Visited 1 times, 5 visits today)
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on TumblrShare on RedditEmail this to someone

Potrebbe interessarti...

Tag:

5 Giu , 2017 - In Frontiere dello spirito, Papa Francesco - di Maurann



Lascia un commento

Commenti